Segreteria

Fondazione Luigi Bon
Via Patrioti, 29
33010 Colugna di Tavagnacco (UD)
T 0432 543049 – F 0432 410706
info@fondazionebon.com
info@pec.fondazionebon.com

Biglietteria 2017/2018

RINNOVO ABBONAMENTI
Dal 11 al 23 ottobre RINNOVO ABBONAMENTI
Dal 26 ottobre al 6 novembre SOTTOSCRIZIONE NUOVI ABBONAMENTI

ORARIO BIGLIETTERIA

dal lunedì al venerdì
dalle 15.00 alle 18.30.

Le sere di spettacolo la biglietteria del teatro dove si svolge la rappresentazione apre 45 minuti prima dell’inizio.

 

Prezzi Spettacoli

Dal 7 novembre
PRENOTAZIONI E ACQUISTO BIGLIETTI
Dal 4 dicembre PRENOTAZIONI E ACQUISTO BIGLIETTI solo per il concerto di Grigory Sokolov

MUSICA
Concerti del 13 novembre, 14 dicembre e 25 aprile intero € 25 – ridotto € 22 – under18 € 10

Concerti del 24 novembre, 21 gennaio, 19 febbraio, 9 marzo e 9 maggio intero € 20 – ridotto € 17 – under18 € 10

 

PROSA
Spettacolo del 20 dicembre intero € 20 – ridotto € 17 – under18 € 10

Spettacoli del 18 novembre, 10 dicembre, 18 gennaio, 24 febbraio e 20 marzo intero € 18 –ridotto € 15 – under18 € 10

 

DOMENICHE AL BON
Invit a teatri
Biglietto unico intero o ridotto € 5

 

GRIGORY SOKOLOV pianoforte
8 febbraio ’18
CONCERTO FUORI ABBONAMENTO
Intero € 30, Ridotto € 25, Under 18 € 10
Prenotazioni e acquisto biglietti dal 4 dicembre

Abbonamenti

Abbonamenti Musica
intero € 150 – ridotto € 128

Abbonamenti Prosa
intero € 90 – ridotto € 75

Abbonamento musica + prosa 
intero € 215 – ridotto € 180

Riduzione per residenti Comune di Tavagnacco e Comune di Pagnacco, studenti universitari, circoli e associazioni convenzionate.

Il tuo nome *

La tua email *

Il tuo messaggio

NEWS

L’Orchestra Giovanile Alpina chiude la Stagione del Bon

Si conclude mercoledì 9 maggio alle ore 20.45 presso la Chiesa di San Francesco a Udine la stagione musicale della Fondazione Lui

Al Teatro Bon il Quintetto d’archi dei Berliner Philharmonicher con Claudio Mansutti

Prosegue, all’insegna degli ospiti di assoluto livello internazionale, la stagione musicale della Fondazione Luigi Bon. Il penul

Missus — L’ultima Battaglia

PER RICORDARE LA “FIESTE DE PATRIE DAL FRIÛL” 2018 PAR MEMOREÂ LA FIESTE DE PATRIE DAL FRIÛL 2018 Un invito a tutta

L’Osian Duo, domenica a Castellerio di Pagnacco

Proseguono, i concerti organizzati dalla Fondazione Bon, in collaborazione con il Comune di Pagnacco e con il sostegno della Regio

UTOYA Unica data in Friuli chiude la stagione di prosa del Bon

Colugna – Utoya è un’isola norvegese. A Utoya nel 2011 durante un campus organizzato dalla sezione giovanile del Part

Lo Stabat Mater di Pergolesi domenica alla Chiesa di Plaino

Dopo il grande successo ottenuto dall’Orchestra Giovanile Alpina e dal Coro del Friuli Venezia Giulia a febbraio, prosegue la ra

Zurich Ensemble al Bon 09 marzo e master class con Di Casola il 10 marzo

Prosegue, con grande successo di pubblico, la stagione musicale del Teatro della Fondazione Bon. Il prossimo appuntamento in carte

CARLO & GIORGIO al Bon di Colugna

Il penultimo appuntamento della stagione di prosa della Fondazione Bon, organizzata grazie all’Ert Fvg vedrà salire, sul palco

Claude Debussy al Bon di Colugna

Per celebrare il centenario dalla scomparsa di Claude Debussy, la stagione musicale della Fondazione Luigi Bon propone, lunedì 19

Tutto esaurito per Sokolov al Bon

Anche quest’anno, il concerto del pianista di fama mondiale Grigory Sokolov, in programma giovedì 08 febbraio alle ore 20.45 al

Gli Alti & Bassi – quintetto vocale a cappella

Continua a ritmo serrato l’attività del Teatro Bon di Colugna, dopo i recenti successi di pubblico ottenuti dai primi due appuntamenti della stagione musica, la direzione ha deciso di regalare un inaspettato appuntamento fuori abbonamento. Mercoledì 25 gennaio con inizio alle ore 20.45 potremo ascoltare il celebre gruppo Alti & Bassi – quintetto vocale a cappella.

A vent’anni dall’inizio del loro viaggio, gli Alti & Bassi, nome che si associa all’andamento della loro vita quotidiana, consolidano il percorso del loro progetto artistico, ribadendone il valore e la sua collocazione nel panorama musicale italiano (e non solo), con La Nave Dei Sogni, progetto che ricalca il loro sesto album, si celebra una carriera dedicata al “canto a cappella”, in cui la voce sostituisce qualsiasi strumento musicale.

I cinque vocalist che danno vita al progetto ventennale degli Alti & Bassi sono Andrea Thomas Gambetti, note alte e falsetti, Paolo Bellodi, trasversale esecutore di note basse, medie e alte, Diego Saltarella per le note tenorili, Filippo Tuccimei ai bassi, che si completano armonicamente con le note tenorili di Alberto Schirò, arrangiatore e armonizzatore della maggior parte del repertorio.

Ciascuno di loro vanta titoli collegati direttamente al mondo della musica colta – diplomi di conservatorio, direzione di coro, composizione, direzione d’orchestra – senza però restarne troppo negli schemi. La loro ecletticità infatti ha origine da diversificate esperienze che spaziano dagli stili antichi al canto classico – incluse collaborazioni con il Teatro Regio di Torino e il Teatro alla Scala – fino al counry, al jazz e al pop. Questo il pedigree che caratterizza i protagonisti del quintetto.

Ironia e freschezza sono alcune delle doti con cui il gruppo affronta senza alcuna difficoltà qualsiasi genere musicale, grazie ad alcuni trasgressivi arrangiamenti.

Il viaggio musicale della serata parte con La nave dei sogni, brano di loro composizione e si addentra poi nella musica classica con la notissima Aria sulla quarta corda (J. S. Bach), in versione rock, la Toccata in la maggiore (P. D. Paradisi), con ritmica dub-step, il Notturno in mi bemolle (F. Chopin), elaborato swing, il popolare e operistico Va’ pensiero (G. Verdi), ricco di armonie jazz, fino a un virtuosistico funky Volo del calabrone (N. A. Rimskij-Korsakov). La scaletta prosegue poi con l’omaggio al grande Charlie Chaplin e alla sua Smile, colonna sonora del film Tempi Moderni. Tra le rotte del gruppo non può mancare il continente jazz, qui esplorato attraverso due standard, Come fly with me (J. Van Heusen – S. Chan) e Chattanooga choo choo (H. Warren – M. Gordon), e il capolavoro latin-jazz Samba de uma nota (N. Mendonça – A.C. Jobim) che spinge la band fino agli estremi latini del loro viaggio americano. Infine, un’escursione altamente pregiata nel mare della musica italiana con Ma l’amore no (M. Galdieri – G. D’Anzi), Canto anche se sono stonato (L. Chiosso – L. Luttazzi) e una versione tributo di Faceva il palo (W. G. N. Pinnetti, in arte Walter Valdi – E. Jannacci). Biglietto unico 10 €. Acquisto biglietti presso la biglietteria del teatro, direttamente la sera del concerto. Biglietteria aperta dalle 20.00.