Segreteria

Fondazione Luigi Bon
Via Patrioti, 29
33010 Colugna di Tavagnacco (UD)
T 0432 543049 – F 0432 410706
info@fondazionebon.com
info@pec.fondazionebon.com

Biglietteria 2017/2018

RINNOVO ABBONAMENTI
Dal 11 al 23 ottobre RINNOVO ABBONAMENTI
Dal 26 ottobre al 6 novembre SOTTOSCRIZIONE NUOVI ABBONAMENTI

ORARIO BIGLIETTERIA

dal lunedì al venerdì
dalle 15.00 alle 18.30.

Le sere di spettacolo la biglietteria del teatro dove si svolge la rappresentazione apre 45 minuti prima dell’inizio.

 

Prezzi Spettacoli

Dal 7 novembre
PRENOTAZIONI E ACQUISTO BIGLIETTI
Dal 4 dicembre PRENOTAZIONI E ACQUISTO BIGLIETTI solo per il concerto di Grigory Sokolov

MUSICA
Concerti del 13 novembre, 14 dicembre e 25 aprile intero € 25 – ridotto € 22 – under18 € 10

Concerti del 24 novembre, 21 gennaio, 19 febbraio, 9 marzo e 9 maggio intero € 20 – ridotto € 17 – under18 € 10

 

PROSA
Spettacolo del 20 dicembre intero € 20 – ridotto € 17 – under18 € 10

Spettacoli del 18 novembre, 10 dicembre, 18 gennaio, 24 febbraio e 20 marzo intero € 18 –ridotto € 15 – under18 € 10

 

DOMENICHE AL BON
Invit a teatri
Biglietto unico intero o ridotto € 5

 

GRIGORY SOKOLOV pianoforte
8 febbraio ’18
CONCERTO FUORI ABBONAMENTO
Intero € 30, Ridotto € 25, Under 18 € 10
Prenotazioni e acquisto biglietti dal 4 dicembre

Abbonamenti

Abbonamenti Musica
intero € 150 – ridotto € 128

Abbonamenti Prosa
intero € 90 – ridotto € 75

Abbonamento musica + prosa 
intero € 215 – ridotto € 180

Riduzione per residenti Comune di Tavagnacco e Comune di Pagnacco, studenti universitari, circoli e associazioni convenzionate.

Il tuo nome *

La tua email *

Il tuo messaggio

Musica

martedì 15 gennaio, ore 20:45 / Auditorium Pagnacco

NOCHE FLAMENCA

Marin Marais
Les folies d’Espagne – á la flamenca

Rogelio Huguet y Tagel Preludio y Flamenca
per violoncello solo

Ramón Jaffé
Cante de Pasión per violoncello solo
Duerme bien, querido amigo – Nana

Fantasias flamencas di Pedro Bacán, Manuel de Falla,
Tomatito e Ramón Jaffé

Tre grandi interpreti internazionali in uno spettacolo di flamenco
che mescola classico, tradizione popolare e contemporaneo
con una seconda parte dedicata all’improvvisazione e al colloquio
con il pubblico parlando del flamenco la sua storia e la sua filosofia
lasciando partecipare il pubblico “á las palmas”.

Ramon Jaffé ha suonato con Sandor Vegh durante la sua ultima grande esibizione come violinista al Mozarteum di Salisburgo.
La carriera solistica l’ha condotto nelle sale concertistiche di Berlino, Lipsia, Vienna, Monaco di Baviera, Londra, Colonia. Si è dedicato
con passione anche alla musica da camera come membro del Trio d’archi “Belcanto Strings” e del “Mendelssohn Trio Berlin”, esibendosi fra gli altri con artisti di fama internazionale.
Ha collaborato con prestigiose orchestre come Deutsches Symphonie Orchester, Berliner Sinfonie Orchester, Rhineland-Palatinate State Philharmonic, Orchestra Filarmonica e Orchestra da Camera di Stoccarda, Filarmonica di San Pietroburgo, con famosi direttori e con il cantante jazz Bobby McFerrin. Si è esibito con la Bavarian Radio Orchestra sotto la guida di Roberto Abbado, Marcello Viotti e Lawrence Foster, e con la Radio Symphonieorchester Wien al Vienna Musikverein. Uno degli incontri che ha maggiormente influenzato e stimolato Ramon Jaffé è stato quello con Pedro Bacan, che lo ha introdotto ai segreti dell’affascinante mondo del flamenco.

Miguelete ha studiato danza al Ballettschule Staatliche (National Ballet School) a Lipsia e al Folkwangschule di Essen. Il suo entusiasmo per il flamenco è emerso già durante i suoi studi di danza. Dopo il debutto come ballerino a Berlino è andato a Siviglia nel 1995, su invito di una produzione di danza contemporanea. Dopo sette anni, è tornato a Berlino come ballerino professionista di flamenco. La sua sensibilità per il teatro e il duro lavoro come ballerino gli ha permesso di lasciare il segno anche come coreografo. Ha sviluppato progetti di flamenco con artisti di flamenco spagnoli e internazionali, con alcuni dei quali ha anche partecipato come ballerino solista.

Arturo “El Polaco” chitarrista straordinario e specialista in ritmica e flamencologia. Si è aperto a influenze moderne della musica flamenco, ma conserva la sostanza del flamenco, incluso il ritmo, le regole di improvvisazione, la comunicazione all’interno del gruppo e il flusso di energia particolare che vi si crea. Arturo è il primo chitarrista polacco invitato ad esibirsi in Andalusia, culla dell’arte del flamenco (Festival Jimena de la Frotera, luglio 2006). Durante il suo soggiorno a Siviglia, Granada e Madrid, ha studiato presso maestri del calibro di Paco Javier Jimeno, Antón Jiménez, Paco Fernández, Canito e ha accompagnato i migliori ballerini. Si è esibito in Polonia, Messico, Germania, Olanda e Francia con diversi artisti.