Segreteria

Fondazione Luigi Bon
Via Patrioti, 29
33010 Colugna di Tavagnacco (UD)
T 0432 543049 – F 0432 410706
info@fondazionebon.com
pec@fondazionebon.com

Biglietteria 2017/2018

RINNOVO ABBONAMENTI
Dal 11 al 23 ottobre RINNOVO ABBONAMENTI
Dal 26 ottobre al 6 novembre SOTTOSCRIZIONE NUOVI ABBONAMENTI

ORARIO BIGLIETTERIA

dal lunedì al venerdì
dalle 15.00 alle 18.30.

Le sere di spettacolo la biglietteria del teatro dove si svolge la rappresentazione apre 45 minuti prima dell’inizio.

 

Prezzi Spettacoli

Dal 7 novembre
PRENOTAZIONI E ACQUISTO BIGLIETTI
Dal 4 dicembre PRENOTAZIONI E ACQUISTO BIGLIETTI solo per il concerto di Grigory Sokolov

MUSICA
Concerti del 13 novembre, 14 dicembre e 25 aprile intero € 25 – ridotto € 22 – under18 € 10

Concerti del 24 novembre, 21 gennaio, 19 febbraio, 9 marzo e 9 maggio intero € 20 – ridotto € 17 – under18 € 10

 

PROSA
Spettacolo del 20 dicembre intero € 20 – ridotto € 17 – under18 € 10

Spettacoli del 18 novembre, 10 dicembre, 18 gennaio, 24 febbraio e 20 marzo intero € 18 –ridotto € 15 – under18 € 10

 

DOMENICHE AL BON
Invit a teatri
Biglietto unico intero o ridotto € 5

 

GRIGORY SOKOLOV pianoforte
8 febbraio ’18
CONCERTO FUORI ABBONAMENTO
Intero € 30, Ridotto € 25, Under 18 € 10
Prenotazioni e acquisto biglietti dal 4 dicembre

Abbonamenti

Abbonamenti Musica
intero € 150 – ridotto € 128

Abbonamenti Prosa
intero € 90 – ridotto € 75

Abbonamento musica + prosa 
intero € 215 – ridotto € 180

Riduzione per residenti Comune di Tavagnacco e Comune di Pagnacco, studenti universitari, circoli e associazioni convenzionate.

Il tuo nome *

La tua email *

Il tuo messaggio

Domeniche al Bon

domenica 05 febbraio, ore 16:00 / Teatro Bon

DAL MIEDI AL’È SIMPRI MASE DI SPIETÀ

Compagnia Teatrale
DRIN E DELAIDE Rivignano

commedia in due atti scritta e diretta da
Mauro Fontanini

Dopo 10 anni dal successo di Tanc’ di lôr a spietin il dotôr, l’autore ha scritto una nuova commedia sulla sanità italiana che ne è l’ideale continuazione.
Lo spettacolo racconta la vita di ogni giorno e le vicissitudini di un medico di famiglia alle prese con le modernità: computer, telefoni cellulari che squillano di continuo, connessioni a internet che non funzionano. Gli spettatori rivivono sulla scena ciò che giornalmente avviene nella sala d’attesa del dottore: i litigi dei pazienti per la conquista del posto, le estenuanti attese, le chiacchiere sui vari abitanti del paese, le diagnosi strampalate e le cure più assurde che ognuno si sente autorizzato a prescrivere all’altro, perché in fondo ognuno è medico di se stesso. Si ride dei vari problemi della sanità italiana che, in chiave satirica e grottesca, viene messa alla berlina.