Segreteria

Fondazione Luigi Bon
Via Patrioti, 29
33010 Colugna di Tavagnacco (UD)
T 0432 543049 – F 0432 410706
info@fondazionebon.com
pec@fondazionebon.com

Biglietteria 2016/2017

Rinnovo abbonamenti: dal 12 al 21 ottobre ’16
Sottoscrizione nuovi abbonamenti: dal 24 ottobre ’16 fino al primo appuntamento di musica o prosa in cartellone

ORARIO BIGLIETTERIA

dal lunedì al venerdì
dalle 15.00 alle 18.30.

Le sere di spettacolo la biglietteria del teatro dove si svolge la rappresentazione apre 45 minuti prima dell’inizio.

 

Prezzi Spettacoli

MUSICA
8.11.16, The Missing Link – Giovanni Sollima
1.2.17, Grigory Sokolov
5.5.17, Mario Brunello e Coro Fvg

Interi: € 25 – Ridotti: € 22 – Under18: € 10
18.11.16, Historie du Soldat
12.2.17, Omaggio a Yehued Menuhin
19.3.17, Pentaèdre
8.4.17, Binyamin String Quartet
27.4.17, Trio Bamberg

Interi: € 20 – Ridotti: € 17 – Under18: € 10

Prenotazioni e acquisto biglietti: dal 2 novembre ’16

PROSA
26.11.16, Un Prete Ruvido 
15.1.17, Tre Alberghi
27.1.17, Non c’è acqua più fresca
14.2.17, Come cavalli che dormono in piedi
25.3.17, Mio eroe

Interi: € 18  –  Ridotti: € 15  –  Under18: € 10
11.3.17, Fuga da Pigafetta
Interi: € 20  –  Ridotti: € 17  –  Under18: € 10

Prenotazioni e acquisto biglietti: dal 2 novembre ’16

DOMENICHE AL BON
Invit a teatri / Talenti al Bon
Biglietto unico intero o ridotto € 5

Abbonamenti

Abbonamenti Musica
intero € 150 – ridotto € 128

Abbonamenti Prosa
intero € 90 – ridotto € 75

Abbonamento musica + prosa 
intero € 215 – ridotto € 180

Riduzione per residenti Comune di Tavagnacco e Comune di Pagnacco, studenti universitari, circoli e associazioni convenzionate.

Il tuo nome *

La tua email *

Il tuo messaggio

Musica

mercoledì 17 aprile, ore 20:45 / Teatro Luigi Bon

PEKKA KUUSISTO VIOLINO
OLLI MUSTONEN PIANOFORTE

L. Van Beethoven
Sonata per violino e pianoforte in La maggiore op. 30 n. 1

O. Mustonen 
Sonata per violino e pianoforte (prima italiana)

I. Stravinsky 
Duo Concertante

M. Ravel 
Sonata per violino e pianoforte in Sol maggiore

Il violinista finlandese Pekka Kuusisto è conosciuto a livello internazionale sia come solista che come direttore. Tra i principali impegni di questa stagione figurano i concerti con la Oslo Philharmonic Orchestra e Jukka-Pekka Saraste, con la Deutsche Kammerphilharmonie Bremen e Paavo Järvi, e con Toronto Symphony Orchestra e Sibelius Academy. Kuusisto è molto attivo nell’ambito della musica contemporanea: recentemente ha intrapreso un tour con il Concerto per violino di Thomas Adès, diretto dal compositore, ha eseguito la prima mondiale di Impossible Things di Nico Muhly insieme a Mark Padmore, la prima del Concerto per violino di Esa-Pekka Salonen e la prima del concerto scritto per lui da Owen Pallett al Barbican Centre di Londra.
Negli anni è cresciuta la sua passione per la direzione, grazie alle quale ha collaborato con Australian, London, Scottish Chamber Orchestras, così come con la Münchener Kammerorchester, St Paul Chamber Orchestra e Amsterdam Sinfonietta. Kuusisto suona un violino Guadagnini del 1752 gentilmente messo a disposizione dalla Finnish Cultural Foundation.

Olli Mustonen occupa un posto unico sulla scena musicale odierna. Come pianista ha affascinato il pubblico per la tecnica strepitosa e per la sua genialità d’interprete; come direttore ha fondato la Helsinki Festival Orchestra; come compositore appartiene a quella linea di musicisti la cui visione è espressa con la medesima vivacità tanto nell’arte dell’interpretazione quanto in quella della composizione. Mustonen ha suonato in tutte e capitali mondiali della musica si è esibito con le principali orchestre internazionali, tra cui Berliner Philharmoniker, Chicago Symphony, Cleveland Orchestra, DSO Berlin, London Philharmonic, New York Philharmonic, Philadelphia Orchestra, Concertgebouw Amsterdam e Mariinsky Theatre. Tra i direttori con cui ha collaborato figurano Ashkenazy, Barenboim, Boulez, Chung, Dutoit, Harnoncourt, Masur, Nagano, Salonen e Saraste. Di grande rilievo anche la sua attività di direttore d’orchestra, nella prossima stagione sarà Artista Residente con la BBC Scottish Symphony Orchestra. La sua attività di pianista e di direttore si basa sulla fondamentale esperienza di compositore. Mustonen sostiene che ogni esecuzione debba sempre destare l’interesse di una prima assoluta e si pone di fronte all’autore trattandolo come un suo contemporaneo.