Segreteria

Fondazione Luigi Bon
Via Patrioti, 29
33010 Colugna di Tavagnacco (UD)
T 0432 543049 – F 0432 410706
info@fondazionebon.com
info@pec.fondazionebon.com

Biglietteria 2017/2018

RINNOVO ABBONAMENTI
Dal 15 al 26 ottobre RINNOVO ABBONAMENTI

Dal 2 al 9 novembre SOTTOSCRIZIONE NUOVI ABBONAMENTI

ORARIO BIGLIETTERIA

dal lunedì al venerdì
dalle 15.00 alle 18.30.

Le sere di spettacolo la biglietteria del teatro dove si svolge la rappresentazione apre 45 minuti prima dell’inizio.

 

Prezzi Spettacoli

Dal 7 novembre
PRENOTAZIONI E ACQUISTO BIGLIETTI

MUSICA
Concerti del 16 novembre, 28 novembre, 12 gennaio, 19 marzo, 15 maggio Intero 18 € — Ridotto 15 € — Studenti 10 € — Under18 5 €

Concerti del 25 febbraio, 9 aprile Intero 20 € — Ridotto 17 € — Studenti 12 € — Under18 5 €

Concerti del 9 dicembre fuori abbonamento Intero 20 € — Ridotto 5 €

 

PROSA
Spettacoli del 20 novembre, 14 dicembre, 26 gennaio, 15 Feb, 11 marzo Intero 18 € — Ridotto 15 € — Studenti 10 € — Under18 5 €
Spettacolo del 10 gennaio Intero 20 € — Ridotto 17 € — Studenti 12 € — Under18 5 €

 

DOMENICHE AL BON
Invit a teatri
Biglietto unico 5 €

 

GRIGORY SOKOLOV pianoforte
8 febbraio ’18
CONCERTO FUORI ABBONAMENTO
Intero 30€, Ridotto 25€, Studenti 15€, Under18 5€

Abbonamenti

Abbonamenti Musica
Intero 110 € — Ridotto 90 €

Abbonamenti Prosa
Intero 90 € — Ridotto 75 €

Abbonamento musica + prosa 
Intero 180 € — Ridotto 150 €

Riduzioni
Ridotto Residenti nei Comuni di Tavagnacco e Pagnacco, soci e allievi della Fondazione, soci e correntisti della Banca di Cividale.
Studenti Studenti under 26 anni di ogni ordine e grado, accompagnatore under 18.
18app e Carta del Docente
È possibile usare i buoni di 18app e della Carta del docente per acquistare biglietti singoli e abbonamenti.
Per velocizzare le operazioni in caso di acquisti in biglietteria è importante arrivare con il buono spesa già pronto.

Il tuo nome *

La tua email *

Il tuo messaggio

NEWS

L’Assessore Rosolen in visita alla Fondazione Luigi Bon

La dott.ssa Alessia Rosolen, Assessore all’Istruzione della Regione Friuli Venezia Giulia, è stata ospite della Fondazione Luig

Audizioni per ensemble di Musica da Camera al Bon

La fondazione Luigi Bon si rinnova continuamente. Al suo interno sta nascendo la Città dell’Arte e della Musica, prima Fili

Grigory Sokolov al Bon

Si è esaurita in un paio d’ore la disponibilità dei biglietti per quello che è un vero e proprio evento, che si terrà domani

CITTÀ DELL’ARTE E DELLA MUSICA

Aperte le iscrizioni del Centro per l’Infanzia a indirizzo artistico e musicale

Sono aperte le iscrizioni per l’anno scolastico 2019/2020 della Città dell’Arte e della Musica, Centro per l’infanzia a ind

Il Trio Smetana al Teatro Bon

Il nuovo anno inizia con un grande appuntamento per la stagione musica del Teatro Luigi Bon di Colugna, è previsto infatti per sa

Super risate per tutte con DONALD D.T. Live domenica al Bon

Ultimo appuntamento per la rassegna in friulano Invît a Teatri, promossa dalla Fondazione Luigi Bon in collaborazione con il Comu

Il ritorno al Bon di Venier per un Omaggio a Padre Turoldo

C’è molta attesa per il ritorno di Glauco Venier al Teatro Bon di Colugna. Ricordiamo ancora alcune bellissime produzione del n

Invît a Teatri domenica pomeriggio al Bon Miôr stâ cul mâl ca si à

È previsto per domenica 2 dicembre alle ore 17.00 presso il Teatro Luigi Bon, il secondo appuntamento della rassegna Invît a Tea

I virtuosi dell’arco Marco Rizzi e Simonide Braconi al Teatro Bon

Dopo lo strepitoso successo della serata inaugurale della stagione musica del Teatro Luigi Bon che ha visto l’esibizione del “

Invît a Teatri domenica pomeriggio al Bon si inizia con RINASSITE – Ve cûr di cambiâ

Riprende la rassegna Invît a Teatri, un’occasione per divertirsi con tre commedie in friulano, promossa dalla Fondazione Luigi

Al Teatro Bon il Quintetto d’archi dei Berliner Philharmonicher con Claudio Mansutti

Prosegue, all’insegna degli ospiti di assoluto livello internazionale, la stagione musicale della Fondazione Luigi Bon. Il penultimo appuntamento in cartellone vede la presenza del Philharmonic String Quintet Berlin, quintetto composto da musicisti provenienti dalla più famosa orchestra del mondo: I Berliner Philharmonicher. Questo importante evento si svolge solo grazie al sostegno e alla collaborazione di molti tra cui ricordiamo la Regione Fvg, il Ministero per i Beni Culturali, il Comune di Tavagnacco, la Fondazione Friuli, e numerosi sostenitori privati come la Banca di Cividale, Feruglio Engineering, Fondo Rosset, Nanino, Studio Legale Mansi e Studio Deriu.

Il Quintetto d’Archi sarà affiancato per l’occasione, da Claudio Mansutti al clarinetto, direttore artistico della Fondazione Luigi Bon, nell’esecuzione del Quintetto per clarinetto e archi K 581 di Mozart, celebre pagina in cui un’invenzione melodica tenera e non appariscente ben illustra la fase creativa matura del maestro salisburghese. Il quintetto d’archi dei Berliner è formato da Luiz Felipe Coelho e Romano Tommasini al violino, Wolfgang Talirz alla viola, David Riniker al violoncello e Janusz Widzyk al contrabbasso. Una formazione unica: invece di aggiungere al quartetto d’archi un’ulteriore viola o violoncello, l’ensemble è completato da un contrabbasso. In tal modo, il quintetto supera i confini della musica puramente da camera andando verso una formazione con una dimensione più sinfonica. Il repertorio dell’ensemble include, non solo lavori originali per quintetto, ma anche numerosi arrangiamenti per questa formazione. Il Quintetto d’Archi della Filarmonica di Berlino nasce da una collaborazione di lunga durata tra Wolfgang Talirz e Romano Tommasini nel 2007 e da quella data effettua tournèe in tutto il mondo.

Mansutti è reduce da un anno musicale ricco di soddisfazioni che lo hanno portato a tenere concerti negli Stati Uniti (Università di Jacsonville e Carnagie Hall di New York), Parigi, Londra, Milano e recentemente come solista a Istanbul alla presenza del Console Generale Italiano.

La restante parte del programma prevede, oltre al capolavoro mozartiano, altri brani di notevole interesse: il giovanile Divertimento K 137, sempre di Mozart, le esuberanti Danze popolari di Bartók, la sinfonia n. 10 di Mendelssohn, condensata in un unico movimento in forma di Sonata. A seguire, un gruppo di rare composizioni italiane tra cui “Il trillo del diavolo” di Tartini (originale per violino e pianoforte) in una trascrizione del compositore belga Henri Vieuxtemps, la Fantasia sulla “Sonnambula” di Bellini per contrabbasso e archi di Giovanni Bottesini, (soprannominato il “Paganini del contrabbasso”) e “La tempesta” di Rossini, sonata in cui il musicista pesarese, sperimenta un prototipo musicale che ricorrerà spesso nella sua musica e che diverrà caratteristico del suo stile specialmente in ambito operistico.