Segreteria

Fondazione Luigi Bon
Via Patrioti, 29
33010 Colugna di Tavagnacco (UD)
T 0432 543049 – F 0432 410706
info@fondazionebon.com
info@pec.fondazionebon.com

Biglietteria 2017/2018

RINNOVO ABBONAMENTI
Dal 15 al 26 ottobre RINNOVO ABBONAMENTI

Dal 2 al 9 novembre SOTTOSCRIZIONE NUOVI ABBONAMENTI

ORARIO BIGLIETTERIA

dal lunedì al venerdì
dalle 15.00 alle 18.30.

Le sere di spettacolo la biglietteria del teatro dove si svolge la rappresentazione apre 45 minuti prima dell’inizio.

 

Prezzi Spettacoli

Dal 7 novembre
PRENOTAZIONI E ACQUISTO BIGLIETTI

MUSICA
Concerti del 16 novembre, 28 novembre, 12 gennaio, 19 marzo, 15 maggio Intero 18 € — Ridotto 15 € — Studenti 10 € — Under18 5 €

Concerti del 25 febbraio, 9 aprile Intero 20 € — Ridotto 17 € — Studenti 12 € — Under18 5 €

Concerti del 9 dicembre fuori abbonamento Intero 20 € — Ridotto 5 €

 

PROSA
Spettacoli del 20 novembre, 14 dicembre, 26 gennaio, 15 Feb, 11 marzo Intero 18 € — Ridotto 15 € — Studenti 10 € — Under18 5 €
Spettacolo del 10 gennaio Intero 20 € — Ridotto 17 € — Studenti 12 € — Under18 5 €

 

DOMENICHE AL BON
Invit a teatri
Biglietto unico 5 €

 

GRIGORY SOKOLOV pianoforte
8 febbraio ’18
CONCERTO FUORI ABBONAMENTO
Intero 30€, Ridotto 25€, Studenti 15€, Under18 5€

Abbonamenti

Abbonamenti Musica
Intero 110 € — Ridotto 90 €

Abbonamenti Prosa
Intero 90 € — Ridotto 75 €

Abbonamento musica + prosa 
Intero 180 € — Ridotto 150 €

Riduzioni
Ridotto Residenti nei Comuni di Tavagnacco e Pagnacco, soci e allievi della Fondazione, soci e correntisti della Banca di Cividale.
Studenti Studenti under 26 anni di ogni ordine e grado, accompagnatore under 18.
18app e Carta del Docente
È possibile usare i buoni di 18app e della Carta del docente per acquistare biglietti singoli e abbonamenti.
Per velocizzare le operazioni in caso di acquisti in biglietteria è importante arrivare con il buono spesa già pronto.

Il tuo nome *

La tua email *

Il tuo messaggio

Domeniche al Bon

domenica 22 febbraio 2009, ore 16:00 / Magazzino dei Teatranti di Zugliano## Teatro Luigi Bon

HAMLET

Hamlet, come personaggio creato dalla mente di William Shakespeare, è segno concretissimo che rimanda alla libertà dell’uomo: la sottile lama della libertà attraverso la quale si può essere o non essere, è ciò che più affascina e che provoca l’uomo in azione, da sempre. Ma il dramma di Amleto non si riduce e non può ridursi soltanto ad un’opzione tra il vivere e il morire, tra la vendetta e il perdono, tra l’odio e l’amore. Sono le sue parole a colpirci, o meglio le “questioni”. Le sue sono domande che gridano un senso e un significato sul Mistero che fa tutta la realtà. Il dramma di Amleto è la vita con tutte le sue implicazioni; è il rapporto di un uomo con il dramma della realtà; è il desiderio di rispondere alle esigenze elementari di cui il suo cuore è fatto: bene, felicità, verità, giustizia: “Cos’è un uomo se tutto ciò che cava dal suo tempo non è che dormire e nutrirsi?”

Magazzino dei Teatranti di Zugliano

Ofelia Giulia Battaino
Laerte Gianluca Buiatti
Re Claudio Tommaso Brocca
Polonio, un becchino Livio Rieppi
Orazio Enrico Riga
Rosencratnz, un prete, un attore Cristina Sartori
Amleto Paolo Sartori
lo spettro Stella Stirpe
Guildestern, una guardia Marc Taverna
Gertrude Daniela Zorzini

costumi Dina Chiarandini
scelte musicali Daniele D’Arrigo
maestro d’armi Graziano De Luca
coordinamento tecnico Enrico Riga, Gianluca Buiatti, Marc Taverna

oggetti di scena forniti da
Bottega del Mondo – via Treppo Udine

kimoni originali giapponesi forniti da
Casa Zen Treviso