Segreteria

Fondazione Luigi Bon
Via Patrioti, 29
33010 Colugna di Tavagnacco (UD)
T 0432 543049 – F 0432 410706
info@fondazionebon.com
info@pec.fondazionebon.com

Biglietteria 2017/2018

RINNOVO ABBONAMENTI
Dal 15 al 26 ottobre RINNOVO ABBONAMENTI

Dal 2 al 9 novembre SOTTOSCRIZIONE NUOVI ABBONAMENTI

ORARIO BIGLIETTERIA

dal lunedì al venerdì
dalle 15.00 alle 18.30.

Le sere di spettacolo la biglietteria del teatro dove si svolge la rappresentazione apre 45 minuti prima dell’inizio.

 

Prezzi Spettacoli

Dal 7 novembre
PRENOTAZIONI E ACQUISTO BIGLIETTI

MUSICA
Concerti del 16 novembre, 28 novembre, 12 gennaio, 19 marzo, 15 maggio Intero 18 € — Ridotto 15 € — Studenti 10 € — Under18 5 €

Concerti del 25 febbraio, 9 aprile Intero 20 € — Ridotto 17 € — Studenti 12 € — Under18 5 €

Concerti del 9 dicembre fuori abbonamento Intero 20 € — Ridotto 5 €

 

PROSA
Spettacoli del 20 novembre, 14 dicembre, 26 gennaio, 15 Feb, 11 marzo Intero 18 € — Ridotto 15 € — Studenti 10 € — Under18 5 €
Spettacolo del 10 gennaio Intero 20 € — Ridotto 17 € — Studenti 12 € — Under18 5 €

 

DOMENICHE AL BON
Invit a teatri
Biglietto unico 5 €

 

GRIGORY SOKOLOV pianoforte
8 febbraio ’18
CONCERTO FUORI ABBONAMENTO
Intero 30€, Ridotto 25€, Studenti 15€, Under18 5€

Abbonamenti

Abbonamenti Musica
Intero 110 € — Ridotto 90 €

Abbonamenti Prosa
Intero 90 € — Ridotto 75 €

Abbonamento musica + prosa 
Intero 180 € — Ridotto 150 €

Riduzioni
Ridotto Residenti nei Comuni di Tavagnacco e Pagnacco, soci e allievi della Fondazione, soci e correntisti della Banca di Cividale.
Studenti Studenti under 26 anni di ogni ordine e grado, accompagnatore under 18.
18app e Carta del Docente
È possibile usare i buoni di 18app e della Carta del docente per acquistare biglietti singoli e abbonamenti.
Per velocizzare le operazioni in caso di acquisti in biglietteria è importante arrivare con il buono spesa già pronto.

Il tuo nome *

La tua email *

Il tuo messaggio

Follie - Prosa in musica

lunedì 30 novembre 2009, ore 20:45 / Teatro Luigi Bon

IL FUTURO MANCATO

divagazioni onirico – futuriste su testi di F. T. Marinetti (1876 – 1944)
per voce recitante, clarinetto, tromba, violoncello, contrabbasso e percussione

Massimo Somaglino voce recitante

Ensemble Mikrokosmos
Piero Ricobello, clarinetto
Roberto Santagati, tromba
Massimo Favento, violoncello
Fabio Serafini, contrabbasso
Barbara Tomasin, percussioni

Nicola Samale direttore

Prima Parte
Manifesto del Futurismo
Trittico
I Invocazione al Mare onnipotente perchè mi liberi dall’ideale
II Le Cortigiane d’oro
III All’automobile da corsa

Intermezzo
“L’amante”
Farsa bitonale in un atto

Seconda Parte
Sinfonia onirica in quattro movimenti
“Uccidiamo il chiaro di luna!…”
I L’appello
II Scherzo – Pazzi e Leoni
III Adagio – Il chiaro di luna
IV Finale – Il Gorisankar
Epilogo

Il Futuro Mancato, divagazioni onirico-futuriste su testi di Filippo Tommaso Marinetti per voce recitante, clarinetto, tromba, violoncello, contrabbasso e percussione prevede un organico d’esecuzione inconsueto nel repertorio musicale e teatrale ma perfettamente in grado di riflettere l’anticonformismo e l’originalità della concezione sociale, filosofica e poetica di Marinetti. Il lavoro è strutturato in due parti principali con un intermezzo.
La prima parte riflette lo spirito più propriamente poetico e letterario o, se si vuole, estetizzante di Marinetti. Caratteristica che ho voluto sottolineare con linee sonore sorvegliate, talora rarefatte. Tre dimensioni: il mare, le stelle e la macchina da corsa –
la telluricità sublimata della tecnica.
L’intermezzo, una farsa giocosa, è un pezzo di bravura per l’attore. Il suo schizofrenico monologo viene commentato in modo salace dagli strumenti, usati in maniera anticonvenzionale… e riuniti alla fine in una perorazione – parodia militarista.
La seconda parte densa di idee, d’immagini, di intenzioni etiche e politiche, racconta in chiave onirica la conquista dell’inimmaginabile… così attuale nella sua inattendibilità.
La musica, a volte enigmatica, a volte espansiva si snoda senza reticenza a seguire le peripezie folli del testo, sottolineandone le intenzioni satiriche che si celano nelle pieghe simboliste.

NICOLA SAMALE

Questa manifestazione rientra nel progetto “La musica da camera tra Settecento e Novecento” in collaborazione con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giula / Assessorato all’Istruzione e Cultura.