Segreteria

Fondazione Luigi Bon
Via Patrioti, 29
33010 Colugna di Tavagnacco (UD)
T 0432 543049 – F 0432 410706
info@fondazionebon.com
info@pec.fondazionebon.com

Biglietteria 2017/2018

RINNOVO ABBONAMENTI
Dal 15 al 26 ottobre RINNOVO ABBONAMENTI

Dal 2 al 9 novembre SOTTOSCRIZIONE NUOVI ABBONAMENTI

ORARIO BIGLIETTERIA

dal lunedì al venerdì
dalle 15.00 alle 18.30.

Le sere di spettacolo la biglietteria del teatro dove si svolge la rappresentazione apre 45 minuti prima dell’inizio.

 

Prezzi Spettacoli

Dal 7 novembre
PRENOTAZIONI E ACQUISTO BIGLIETTI

MUSICA
Concerti del 16 novembre, 28 novembre, 12 gennaio, 19 marzo, 15 maggio Intero 18 € — Ridotto 15 € — Studenti 10 € — Under18 5 €

Concerti del 25 febbraio, 9 aprile Intero 20 € — Ridotto 17 € — Studenti 12 € — Under18 5 €

Concerti del 9 dicembre fuori abbonamento Intero 20 € — Ridotto 5 €

 

PROSA
Spettacoli del 20 novembre, 14 dicembre, 26 gennaio, 15 Feb, 11 marzo Intero 18 € — Ridotto 15 € — Studenti 10 € — Under18 5 €
Spettacolo del 10 gennaio Intero 20 € — Ridotto 17 € — Studenti 12 € — Under18 5 €

 

DOMENICHE AL BON
Invit a teatri
Biglietto unico 5 €

 

GRIGORY SOKOLOV pianoforte
8 febbraio ’18
CONCERTO FUORI ABBONAMENTO
Intero 30€, Ridotto 25€, Studenti 15€, Under18 5€

Abbonamenti

Abbonamenti Musica
Intero 110 € — Ridotto 90 €

Abbonamenti Prosa
Intero 90 € — Ridotto 75 €

Abbonamento musica + prosa 
Intero 180 € — Ridotto 150 €

Riduzioni
Ridotto Residenti nei Comuni di Tavagnacco e Pagnacco, soci e allievi della Fondazione, soci e correntisti della Banca di Cividale.
Studenti Studenti under 26 anni di ogni ordine e grado, accompagnatore under 18.
18app e Carta del Docente
È possibile usare i buoni di 18app e della Carta del docente per acquistare biglietti singoli e abbonamenti.
Per velocizzare le operazioni in caso di acquisti in biglietteria è importante arrivare con il buono spesa già pronto.

Il tuo nome *

La tua email *

Il tuo messaggio

Domeniche al Bon

domenica 03 marzo 2013, ore 16:00 / Teatro Luigi Bon

RESUREQUIE

Di Carlo Tolazzi
Con Norina Benedetti
Regia Arianna Zani
Costumi Luisa Bonaccorsi
Scenografie Marzio e Mariagrazia Scialino
Luci Assogroup
Voce fuoriscena Arianna Zani

Lo spettacolo Resurequie è un racconto in forma di monologo recitato da una sola attrice.

La scena si svolge nella Carnia friulana, della quale vengono evocati paesi e cognomi tipici della zona, all’interno di una stanza delimitata da scatole di legno che hanno sia lo scopo di contenere oggetti, ma anche una funzione simbolica molto forte e suggestiva per il pubblico. Da queste scatole usciranno sia oggetti domestici e quotidiani, sia arti di bambolotti di pezza dei quali si vedranno inizialmente solo alcune parti e solo alla fine si capirà il loro significato.
L’attrice agisce in scena in un continuo spostamento di  oggetti per creare spazi nuovi e azioni quotidiane, in modo da tenere sempre desta e viva la curiosità nel pubblico.

La protagonista della storia è una donna semplice e dai buoni sentimenti che racconta una storia fatta di mille sfaccettature e aneddoti anche grotteschi, che sostanzialmente si riassume in questo: presso la chiesa della Madonna Di Trava,nella Carnia Friulana c’era la credenza che i neonati che morivano subito dopo il parto potevano essere fatti rivivere giusto il tempo per ricevere il battesimo ed avere quindi accesso al paradiso. Ma mano che la storia si dipana si scoprono inganni, truffe e speculazioni giocate sull’ignoranza e la buona fede della povera gente.

È una storia che tocca corde profonde del sentire umano, vi si trovano mescolate intuizioni, dolori, humour. La tematica potrebbe apparire cupa,in realtà è talmente suggestiva e trattata con la dovuta leggerezza e scorrevolezza da risultare facilmente fruibile e godibile.

Questo testo di Carlo Tolazzi, ha vinto il premio Candoni nel 2000, come migliore drammaturgia, si avvale del professionismo della regista udinese Arianna Zani ed è portato in scena dall’attriceNorina Benedetti che ha avuto l’onore di essere premiata come “migliore attrice” in svariati festival e concorsi.